Yari Selvetella – 17 maggio ore 21 – Piazza Castello Alessano

“L’importanza della lettura ad alta voce per bambini da 0 a 6 anni” – Venerdì 18 maggio ore 17 – Palazzo Sangiovanni Alessano
8 maggio 2018
Sandra Petrignani – 17 maggio ore 20 – piazza Castello Alessano
3 maggio 2018

con Valeria Bisanti e Simonetta Sciandivasci, letture Walter Prete

Le stanze dell’addio. «Io ho ricominciato a lavorare. In altri luoghi scrivo, succhio gamberi, respiro foglie balsamiche, faccio l’amore, ma una parte di me è qui, sempre qui, impigliata a un fil di ferro o a una paura mai vinta, inchiodata per sempre: il puzzo di brodaglia del carrello del vitto, quello pungente dei disinfettanti, il bip del segnalatore del fine-flebo, la porta che si chiude alle mie spalle quando termina l’ora della visita».
Così si sente chi di noi vive l’esperienza di una perdita incolmabile: impigliato, inchiodato. Dalle pagine di questo libro affiora il volto vivissimo di una giovane donna, Giovanna De Angelis, madre di tre figli e di molti libri, editor di professione, che si ammala e muore. Il suo compagno la cerca, fino a perdersi.

 

 

 


Yari Selvetella, nato a Roma nel 1976, è uno scrittore e giornalista italiano. Si è occupato a lungo di storia della criminalità romana e ha pubblicato nel 2005 Roma Criminale con Cristiano Armati. È autore di romanzi tra cui Male e Peggio (Avagliano, 2007), Uccidere Ancora (Newton Compton, 2009), la cui trama è liberamente ispirata ai fatti del massacro del Circeo, e La banda Tevere (Mondadori, 2015).