Festival Armonia – V Ed. 2019

Non è scontato che il Festival Armonia sia giunto alla V edizione, se consideriamo alcuni elementi di contesto che avrebbero potuto facilmente far prevedere il contrario. Ma – paradossalmente – l’elemento contestuale è invece proprio il carburante che ogni anno riaccende il motore dello Spirito d’Armonia.

C’è innegabilmente un senso di sfida che ci spinge ogni anno ad aprire quel file sul desktop, una sfida alle forze reattive uguali e contrarie che dovrebbero mantenere tutto nell’immobilismo, una sfida rinvigorita dalla constatazione che invece così non è, che il nostro piccolo apporto alla vita socio-culturale del Capo di Leuca contribuisce a generare dei bei frutti.

Essi sono tanti, ma fra tutti vogliamo citarne due: la rinnovata attenzione verso la persona, la storia e l’opera di Girolamo Comi, a cui sei anni fa decidemmo di dedicare il concept di questo Festival; e l’affermazione di un gruppo di Supereroi della Cultura, giovanissimi lettori che finalmente hanno l’opportunità di mettere a disposizione e condividere con la comunità la propria passione. Di questo fenomeno, il riconoscimento da parte del Presidente della Repubblica dell’onorificenza di Alfiere della Repubblica a Davide Indino è l’attuale apogeo, ma allo stesso tempo vi apporta nuova linfa vitale e ne costituisce il rilancio.

E così vi riproponiamo il tesoretto accumulato in anni di militanza culturale sul territorio, fatto di relazioni locali e nazionali, di letture ai bambini e di giganti dell’editoria internazionale, di approfondimenti e divertimento. Il programma lo leggerete nelle pagine che seguono; lasciateci soltanto rimarcare che, anche quest’anno, vi proporremo di incontrare tutti gli autori delle opere selezionate per il più importante premio letterario nazionale, il Premio Strega; di accogliere nella sua prima uscita ufficiale il vincitore del più importante premio nazionale per esordienti, il Premio Calvino; di scoprire gli autori emergenti più intriganti del momento, selezionati dal Direttore Artistico Mario Desiati. Inoltre, per una settimana faremo leggere gli alunni delle scuole primarie e secondarie inferiori di Alessano, Castrignano del Capo, Gagliano del Capo e Specchia, con un programma Armonia Scuola mai così ricco e articolato.

Buona lettura a tutti.

https://www.youtube.com/watch?v=eew4i38kkGI

https://www.youtube.com/watch?v=Lo5xt6q5f7o

https://www.youtube.com/watch?v=sSP7PY4QJd0

Calendario degli eventi

Venerdì 17 maggio

Palazzo Comi, Lucugnano

 

h. 9.oo – 13.00 / 14.30 – 16.30 (Venerdì 17 – Sabato 18)

Narrare con le immagini: albi illustrati e silent book

Corso di formazione nell’ambito del progetto “Leggere: chiave di cittadinanza” – MARTINA RUSSO / RIVISTA ANDERSEN


h. 17.30 

Inaugurazione della personale di pittura

“Farse Psichedeliche” DONATELLO PISANELLO


h. 18.30

Apertura della V edizione del Festival e premiazione del Concorso “Spirito d’Armonia


h. 19.00

L’invenzione del vento  LORENZO PAVOLINI – ed. Marsili


h. 20.00

“Pizzica amara” GABRIELLA GENISI – ed. Rizzoli


h. 21.00

“Rito e passione” VINCENZO SANTORO – ed. Itinerarti

Sabato 18 maggio

Palazzo Comi, Lucugnano

 

h. 10.00

Progetti di promozione del libro, Art Bonus e Patto locale per la Lettura: un piano d’azione per la lettura nel Salento


h. 19.00

“Un giorno verrà” GIULIA CAMINITO – ed. Bompiani


h. 20.00

“L’amore finché resta” GIULIO PERRONE – ed. Harpercollins

Lunedì 20 maggio

Hotel Colibrì, Alessano / Scuola Primaria, Specchia / Scuola Media, Gagliano del Capo / Scuola Media, Castrignano del Capo / Palazzo Comi, Lucugnano

 

h. 9.30 / 11.30 

GEORGE BLOOM e PAOLO GALLINA incontrano gli allievi della Scuola Primaria e Secondaria Inferiore di Alessano e Specchia

“Tim Specter. Il problema del maggiordomo impiccato” GEORGE BLOOM – ed. Giunti


h. 9.30 / 11.00

FRANCESCO GUNGUI incontra gli allievi della Scuola Secondaria Inferiore di Gagliano del Capo e Castrignano del Capo

“Canti delle Terre Divise – Inferno, Purgatorio, Paradiso” FRANCESCO GUNGUI – ed. Fabbri


h. 16.30

MARIA PIA MORELLI

Presentazione collana AGATA allegra e laboratorio di acquerello

“AGATA allegra” MARIA PIA MORELLI – ed. Biblos

Martedì 21 maggio

Hotel Colibrì, Alessano / Scuola Primaria, Specchia / Scuola Primaria, Gagliano del Capo / Scuola Primaria, Castrignano del Capo / Palazzo Comi, Lucugnano

 

h. 9.00 / 10.30 / 12.00 (21 maggio – 22 maggio)

SIMONE FRASCA incontra gli allievi della Scuola Primaria e dell’Infanzia di Alessano e Specchia

“Bruno lo Zozzo” – ed. Piemme / “I mitici sei” – ed. Giunti / “Agenzia Enigmi” – ed. Raffaello SIMONE FRASCA


h. 10.00 / 11.30

SIMONA TOMA incontra gli allievi della Scuola Primaria di Gagliano del Capo e Castrignano del Capo

“Il signor Francone” SIMONA TOMA – ed. Giunti


h. 16.30

SIMONE FRASCA

Laboratorio di lettura e disegno

“Storie fantastiche e come disegnarle” 

Mercoledì 22 maggio

Scuola Primaria, Gagliano del Capo / Scuola Primaria, Castrignano del Capo / Palazzo Comi, Lucugnano

 

h. 9.00 / 10.30

ALBERTO GIAMMARUCO incontra gli allievi della Scuola Primaria di Gagliano del Capo e Castrignano del Capo

“Tommaso e l’anguria” ALBERTO GIAMMARUCO  e MAURO SCARPA – ed. Kurumuny


h. 16.30

LUDICO GIOCHI

Presentazione del gioco di società a cura di Barbara Plescia – logopedista – e Marcello Fersini – illustratore.

“Classi…co da mare” – ed. Ludico

Giovedì 23 maggio

Hotel Colibrì, Alessano / Scuola Media, Gagliano del Capo / Palazzo Comi, Lucugnano

 

h. 9.00 – 13.00 / 14.30 – 16.30 (23 e 24 maggio)

Le storie e i desideri. L’opera di Marie Aude Murail

Corso di formazione nell’ambito del progetto “Leggere: chiave di cittadinanza” – a cura di NICOLETTA GRAMANTIERI e SALABORSA


h. 10.00 / 11.30

FRANCESCO CAROFIGLIO incontra gli allievi della Scuola secondaria inferiore di Alessano e Gagliano del Capo

“Jonas e il Mondo Nero” FRANCESCO CAROFIGLIO – ed. Piemme


h. 16.30

MAURO SCARPA

Presentazione albo illustrato e laboratorio

“Perché mio nonno ha i capelli bianchi” MAURO SCARPA – ed. Zoolibri


h. 18.00

ALIBI TEATRO

Letture e drammatizzazione

“Suzy Lee: il silent book e il potere dell’immaginazione”

Venerdì 24 maggio

Palazzo Sangiovanni, Alessano

 

Sabato 25 maggio

Santuario, Santa Maria di Leuca / Piazza Castello, Alessano / Palazzo Sangiovanni, Alessano

 

h. 9.30

NADIA TERRANOVA incontra gli studenti delle scuole primarie di Gagliano del Capo e Castrignano del Capo

“Omero è stato qui” NADIA TERRANOVA – ed. Bompiani


h. 11.00

STEFANO PETROCCHI. Incontro con gli studenti delle Scuole superiori di Alessano e Tricase

“Il punto di vista della letteratura”  – Fondazione Bellonci


h. 17.00

“Lux” ELEONORA MARANGONI – ed. Neri Pozza


h. 18.00

“Il risolutore” PIER PAOLO GIANNUBILO – ed. Rizzoli


h. 20.00

“Il rumore del mondo” BENEDETTA CIBRARIO – ed. Mondadori


h. 21.00

“Fedeltà” MARCO MISSIROLI – ed. Einaudi

Sabato 1 giugno

Palazzo Comi, Lucugnano

 

h. 19.00

Omaggio a Mariateresa Di Lascia. A 25 anni dalla morte

“Un vuoto dove passa ogni cosa” MARIATERESA DI LASCIA – ed. dell’Asino


h. 20.00

“L’inverno di Giona” FILIPPO TAPPARELLI – ed. Mondadori


h. 21.00

“In Sardegna non c’è il mare” MARCELLO FOIS – ed. Laterza


h. 22.00

Trio di musica improvvisata / instant compositions

Concerto di MARCELLO MAGLIOCCHI (batteria, percussioni), CARLO MASCOLO (trombone), DONATELLO PISANELLO (chitarra elettrica)

Le location del festival

Lucugnano – Palazzo Comi

Palazzo Comi, fu edificato intorno alla metà del XIX secolo dall’omonima famiglia baronale. Appartenne fino al 1961 al poeta Girolamo Comi, che a causa di difficoltà economiche lo vendette alla provincia di Lecce per destinarlo a pubblica biblioteca. L’edificio, dalla facciata di gusto neoclassico, si compone di due livelli e ospita la Biblioteca Provinciale Girolamo Comi, al pian terreno, e il Museo Comi, al primo piano, nel quale sono conservati il patrimonio librario e gli scritti del poeta.

Tricase Porto – Ristorante “Bolina”

Tricase Porto (Lu Portu in dialetto salentino) è un rione di 269 abitanti del comune di Tricase in provincia di Lecce. Sorge sul basso versante adriatico del Salento. Fino al 1992 godeva dello status di frazione. Il centro abitato di Tricase Porto è delimitato a sud dal rione di Marina Serra, a ovest da una delle serre salentine del comune di Tricase e a nord dal promontorio su cui si eleva la Torre del Sasso. È attraversata dalla strada che collega Otranto a Santa Maria di Leuca, la quale percorre tutto il litorale. La costa è prevalentemente bassa e rocciosa, ricca di grotte e piccole insenature. In una di queste vi è un porto risalente al XV secolo, a cui ne è stato affiancato un altro più piccolo per le barche di diporto.

Alessano – Hotel Colibrì

Alessano è un comune italiano di 6 350 abitanti della provincia di Lecce in Puglia. Situato nel basso Salento, a 57 km dal capoluogo, comprende anche la frazione di Montesardo e la località costiera di Marina di Novaglie. In passato ricoprì un ruolo preminente su tutto il Capo di Leuca; fu sede di diocesi fino al 1818 e capoluogo di contea.

Specchia – Scuola Primaria

Specchia (fino al 1873 chiamata Specchia De’ Preti) è un comune italiano di 4 766 abitanti della provincia di Lecce in Puglia. Situato nel basso Salento, a 53 km dal capoluogo provinciale, fa parte del club I borghi più belli d’Italia. Nel 2013 ha ricevuto il riconoscimento come Gioiello d’Italia. Nel 2007 il comune è stato riconosciuto come migliore destinazione rurale emergente in Italia del Progetto Eden.

Gagliano del Capo – Scuola Media / Scuola Primaria

Gagliano del Capo (Gajànu in dialetto salentino) è un comune italiano di 5 097 abitanti della provincia di Lecce in Puglia. Situato nell’estremità meridionale del Salento, a 63,9 km dal capoluogo provinciale, esso comprende Arigliano, San Dana e la località Ciolo, caratterizzata da un’alta insenatura rocciosa e dall’amenità di alcune grotte marine di notevole interesse storico e paesaggistico.

Castrignano del Capo – Scuola Media / Scuola Primaria

Castrignano del Capo (Cascignanu in dialetto salentino) è un comune italiano di 5 173 abitanti della provincia di Lecce in Puglia. Situato nell’estremo lembo della penisola salentina, a 65,4 km dal capoluogo provinciale, è il comune più a sud della Puglia. Rientrano nel suo territorio le frazioni di Giuliano di Lecce, Salignano e Santa Maria di Leuca, quest’ultima rinomata località turistica.

Alessano – Palazzo Sangiovanni

Palazzo Sangiovanni è un edificio rinascimentale edificato sul finire del XV secolo durante la signoria dei Del Balzo. Il palazzo diviene proprietà della famiglia Sangiovanni nel 1643, dopo esserlo stato di Pompeo Almotrino ed in precedenza del vescovo di Monopoli Francesco Surgente.
La facciata presenta un elegante motivo bugnato a punta di diamante con un unico portale di ingresso, con arco a tutto sesto e cornice arricchita da eleganti motivi fitomorfi. Costruito su due piani, entrambi sono movimentati da una successione di finestre con arco a tutto sesto. Le finestre del piano nobile presentano una decorazione costituita da ritratti in bassorilievo e da stemmi. Parte del piano nobile ha subito alcune demolizioni resesi necessarie per porre rimedio a problemi statici.

Santa Maria di Leuca – Santuario

Santa Maria di Leuca (Lèviche in dialetto salentino, Λευκά in greco) è una frazione di 1 263 abitanti del comune di Castrignano del Capo, in provincia di Lecce, nel Salento meridionale. Rinomata località turistica, è il centro abitato posto più a sud dell’intera provincia; dista 83 km dal suo capoluogo. La basilica santuario di Santa Maria de Finibus Terrae è una basilica minore ed un santuario di Castrignano del Capo, situata nella frazione di Santa Maria di Leuca: è così chiamata in quanto si trova all’estremità sud orientale della penisola italiana. Si tramanda che san Pietro in viaggio per Roma fece tappa a Leuca e da allora il tempio dedicato alla dea Minerva, posto sul promontorio japigeo, diventò un luogo di culto cristiano e uno dei principali centri di pellegrinaggio dell’età antica e medievale. La devozione dei fedeli verso la Madonna di Leuca ha origine antica: si parla di un grande miracolo che avrebbe salvato i pescatori il 13 aprile del 365 da una burrasca. L’attuale struttura fortificata della chiesa venne costruita tra il 1720 e il 1755 da monsignor Giovanni Giannelli per resistere ai numerosi e ripetuti attacchi da parte dei predatori turchi e saraceni. Dal 7 ottobre 1990 il santuario è stato eletto a Basilica minore. L’interno del santuario è a unica navata con sei altari laterali. Sull’altar maggiore è collocato il dipinto della Madonna con Bambino detto Madonna de finibus terrae, di Jacopo Palma il Giovane. Tra gli altri dipinti presenti nella chiesa sono quelli del pittore Francesco Saverio Mercaldi (San Francesco da Paola, datato al 1898 e il Trittico della Confessione). Su un lato si trova un organo, da poco restaurato, datato al 1885. All’interno della chiesa, sul lato destro dell’ingresso, un grosso masso monolitico è noto come Ara a Minerva, testimonianza del culto pagano nel luogo. Sul lato sinistro, è posta una targa in bronzo a commemorazione dell’equipaggio dell’incrociatore francese Léon Gambetta, affondato al largo di Leuca la notte del 26 aprile 1915 con circa 700 uomini. Nel 2000 sui tre ingressi sono state realizzate porte in bronzo, opera dello scultore Armando Marrocco, Janua Coeli il portale centrale, Esodo il portale di destra e Stella Maris il portale di sinistra. Nei pressi della chiesa è stata inoltre costruita una sala per conferenze e una sede museale che ospita opere di artisti contemporanei. Nel piazzale antistante la basilica, il 21 ottobre del 1901 venne eretta una croce monumentale con quattro iscrizioni. Sul viale che conduce alla basilica tra gli alberi della pineta, si trova la Croce pietrina, in ricordo del passaggio di san Pietro. Due rampe di scale ognuna di 296 gradini collegano il santuario con il porto vecchio. Vennero costruite nel periodo fascista in occasione delle opere terminali dell’acquedotto. Le due scalinate sono separate da una cascata artificiale aperta solo in occasioni particolari. A piedi delle scale si eleva la colonna romana del 1939.

Alessano – Piazza Castello

Piazza Castello è situata nella parte più antica di Alessano, e su essa si affacciano alcuni tra i più importanti palazzi storici del Salento. Palazzo Ducale fu costruito alla fine del 1400 dalla famiglia Del Balzo, di cui resta memoria nella stella a sedici punte simbolo della casata. Nel XVI secolo i Gonzaga trasformarono il complesso nella propria residenza signorile, trasformandolo in un importante centro di cultura. Di fronte alla residenza ducale risalta per la sua particolare facciata Palazzo Sangiovanni. La sua edificazione risale al XV secolo, la facciata presenta un elegante motivo bugnato a punta di diamante, eccezionale esempio di creatività architettonica.

Alessano – Villa Ciardo

Villa Ciardo situa nei pressi di Piazza Don Tonino Bello. La struttura mescola l’architettura in stile italiano con tutti i comfort necessari.