Francesca Melandri – 19 maggio ore 20 – piazza Castello Alessano

Carlo D’Amicis – 19 maggio ore 21 – piazza Castello Alessano
3 maggio 2018
Andrea Pomella – 19 maggio ore 19 – piazza Castello Alessano
3 maggio 2018

Causa condizioni meteo l’evento di terrà all’interno di Palazzo Sangiovanni

con Federico Imperato e Antonio Sanfrancesco, letture Patrizia Miggiano

Sangue giusto. Roma, agosto 2010. In un vecchio palazzo senza ascensore, Ilaria sale con fatica i sei piani che la separano dal suo appartamento. Vorrebbe solo chiudersi in casa, dimenticare il traffico e l’afa, ma ad attenderla in cima trova una sorpresa: un ragazzo con la pelle nera e le gambe lunghe, che le mostra un passaporto. «Mi chiamo Shimeta Ietmgeta Attilaprofeti» le dice, «e tu sei mia zia.» All’inizio Ilaria pensa che sia uno scherzo. Di Attila Profeti lei ne conosce solo uno: è il soprannome di suo padre Attilio, un uomo che di segreti ne ha avuti sempre tanti, e che ora è troppo vecchio per rivelarli. Shimeta dice di essere il nipote di Attilio e della donna con cui è stato durante l’occupazione italiana in Etiopia. E se fosse la verità

 

 


Francesca Melandri è nata a Roma nel  1964. Ha lavorato per molti anni come sceneggiatrice prima di esordire nel 2010 nella narrativa con  Eva dorme (Mondadori, 2010).  Nel 2012 ha pubblicato per Rizzoli Più alto del mare, finalista al Premio Campiello e vincitore del Premio Rapallo Carige. I suoi romanzi sono tradotti nelle principali lingue europee.