Carlo D’Amicis – 19 maggio ore 21 – piazza Castello Alessano

Angela Nanetti – 20 maggio ore 19 – piazza Castello Alessano
3 maggio 2018
Francesca Melandri – 19 maggio ore 20 – piazza Castello Alessano
3 maggio 2018

Causa condizioni meteo l’evento di terrà all’interno di Palazzo Sangiovanni

con Simona Toma e Antonio Prudenzano, letture Gustavo D’Aversa

Il gioco. La cosa più affascinante del sesso non è il sesso, ma tutto ciò che gli ruota attorno: in una sola parola, la vita. È per questo che Leonardo, Eva e Giorgio, dovendo parlare di sesso, raccontano le rispettive esistenze (audaci e innocenti allo stesso tempo) a un intervistatore che vorrebbe scrivere un libro sul piacere, e che invece si ritrova in continuazione a fare i conti con il loro dolore. Del resto, nel gioco erotico, tutto è così terribilmente intrecciato: non solo il piacere e il dolore, ma anche la trasgressione e le regole, la libertà e il possesso, l’eccitazione e la noia, l’io e la maschera.

 

 

 


Carlo D’Amicis (1964) vive e lavora a Roma. Ha pubblicato i romanzi Piccolo Venerdì (Transeuropa 1996), Il ferroviere e il golden gol (Transeuropa 1998, selezione Premio Strega), Ho visto un re (Limina 1999), Amor Tavor (Pequod 2003), e i racconti lunghi Maledetto nei secoli dei secoli l’amore (Manni 2008) e Il grande cacciatore (:duepunti 2011). Per minimum fax ha pubblicato Escluso il cane (2006), La guerra dei cafoni (2008, selezione Premio Strega) e La battuta perfetta (2010).